giovedì 24 marzo 2016

POESIA = BERNARDO ROSSI

"Lontananza"
La diga in lontananza
sembrava contenere il mare
il grande invaso solo un’illusione:
ma ora che acre sento la tua mancanza
il paesaggio lucano pare
rivivere e morire in mia passione.
BERNARDO ROSSI
*

Bernardo Rossi, nato ad Altavilla Irpina (AV) il 15 marzo 1963. Vive a Napoli dal 1966. Laureato in Lettere Moderne, presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, è Operatore dei Beni Culturali. Ha pubblicato i saggi critici:
• Il primo “libro” di Guido Gozzano: “La via del rifugio”, Firenze 1993,
• Benedetto Croce e Francesco Gaeta: L’amicizia, la morte e il tentativo di una consacrazione poetica attraverso Guido Gozzano, pp.199 -219; CRITICA LETTERARIA, 90; MISCELLANEA DI STUDI CRITICI IN ONORE DI POMPEO GIANNANTONIO, II,2; LETTERATURA MERIDIONALE.
Ha pubblicato le sillogi poetiche:
• VARI AMORI … LONTANI, Roma 1984
• Estravaganti,minime e frammenti, Ragusa 1996: • POESIE(1978-1998), Roma 2000
• GIACOMO FERRARA (26.07.1959 – 17.08.2002) POEMETTO IN MEMORIA, Stampato a proprie spese presso la Tipografia Ricco, Napoli marzo 2004
Ha pubblicato il romanzo:
• IN MATERNA ATTESA, Firenze 1996.
Ha collaborato a “IL MATTINO”di Napoli fra il 1991 e il 1992 come recensore

3 commenti:

  1. Se i sogni fossero i varchi rossi e verdi
    della tangenziale che vedo in lontananza
    pensando a Dio e ai varchi vietati o liberi
    di un paradiso terreno: lì andrei verso
    un varco verde per giungere a te padre nella
    tua tomba nella verde Irpinia
    e tu mi accompagneresti
    nei cimiteri accanto dove si vede
    il silo dell'acqua costruito inutilmente
    giù dai loculi nel verde diffuso
    e mi accompagneresti alle vicine
    tombe di mamma Fernanda
    e delle dolce Luciana e della domanda
    a cui non ha voluto o potuto mai rispondere.

    RispondiElimina
  2. Non sapevo come farLe leggere questo mio testo e l'ho insreito qui,
    Cordiali saluti Bernardo Rosssi.

    RispondiElimina
  3. Sono spento, il troppo frastuono cede
    ma non sento come tuono precede
    il fulmine in un mondo rovesciato
    sogno amato e perso nell'universo
    se concedo pochi frammenti ancora
    è solo per non vagare da solo
    in un attimo dove il tuo vestito
    rosso è sparito con te: e ha preso il volo.
    Bernardo Rossi

    RispondiElimina