martedì 3 marzo 2020

SEGNALAZIONE VOLUMI = LORIS MARIA MARCHETTI


Loris Maria Marchetti – Latitudini fluttuanti-- Poesie 1977 - 2017--FORMAT puntoacapo Editrice – Pasturana (AL) - 2019 – pag. 221 - € 20,00

Loris Maria Marchetti (Villafranca Sabaudia 1945) ha all’attivo una ventina di opere poetiche, due volumi di racconti, un romanzo breve e alcune raccolte di elzeviri e prose varie.
"Latitudini fluttuanti", il testo del Nostro che prendiamo in considerazione in questa sede, è inserito nella Collana antologica FORMAT di puntoacapo Editrice.
Il corposo volume raccoglie, infatti, varie sillogi di componimenti poetici prelevati dai numerosi libri di poesia di Marchetti che sono Il prisma e la fenice (1977), La cripta di Superga (1980), La via delle ortensie (1981), Le tre inferme (1989). Creatura di vetro (1990), Mercante ingenuo (1994), Il paradiso in terra (1998), Concerto domestico (2002), Stazioni di posta (2007). Reliquie di un’antica stagione (2009), Regesti del cosmo (2011), Il laccio, il nodo, lo strale (2012) e Suite delle tenebre e del mare (2016).
Maniera prevalente della poetica di Loris Maria Marchetti pare essere una parola precisa e icastica che crea immagini affabulanti e chiare, tendenti a illuminazioni e spegnimenti.
Un versificare vivace e fluttuante come dal titolo di questo volume antologico.
Il poeta spesso indulge in descrizioni naturalistiche di marine, spiagge e campagne oltre che di città e centri abitati e una certa magia connota i suoi versi, una tensione verso una vaga bellezza, raggiunta attraverso la sospensione e la densità metaforica e sinestesica.
Una poesia che sottende l’uso accorto degli strumenti da parte di un autore scaltrito, con una chiara coscienza letterario e l’io – poetante nel rapportarsi con la realtà agisce da feticista del quotidiano vivendo in maniera intensissima ogni attimo di vita attento a rispettare sempre le regole della vita stessa.
La poetica di Loris Maria Marchetti ha per cifra distintiva una forte vena intellettualistica, che si ripropone di raccolta in raccolta.
Con il tempo il poeta ha affinato i suoi strumenti espressivi e, attraverso il suo poiein, va delineando la sua concezione della vita dell’uomo di per sé stessa dolorosa, ma che può anche raggiungere la felicità.
E dunque la pratica della poesia come consapevole e catartico esercizio di conoscenza verso il superamento del varco montaliano.
Non mancano in molta parte della produzione poetica di Marchetti subitanee accensioni liriche connotate da un forte cromatismo espressivo e il poiein dell’autore è sempre controllato e sorvegliatissimo.
Il volume contiene anche qualche inedito, un Commiato e un’Antologia critica essenziale sul Nostro.
*
Raffaele Piazza

Nessun commento:

Posta un commento